Lamberto Guerrer
Veneto, classe 1950, trapiantato dopo l’alluvione del Polesine a Torino nel 1955. Nel 1966 frequenta l’istituto alberghiero di Torino. Conoscere, Imparare e Girare il mondo sono le cose che lo spingono a conoscere nuove realtà. Diventa Presidente dell’ Associazione Cuochi di Torino nel 1994 e nel 1998 gli viene proposto di aprire il primo ristorante italiano in Mongolia nella Capitale UlaanBaatar. Da allora molti avvenimenti si susseguono, consulenze nei più grandi alberghi della capitale, con la Regione Piemonte ed un grande Esperto si dimostrano le eccellenze dei vini piemontesi, dona al Sindaco di UB il “collare” amici dei cuochi, collare che viene anche consegnato al primo cittadino della regione di HENTII posta a nord-est del paese, che saluta, riceve Lamberto e con voce commossa gli dice: “oggi è un grande giorno perché sei il secondo italiano che conosco il primo l’ho studiato a scuola si chiamava Marco Polo”. È con queste Emozioni, Entusiasmo e Spirito di avventura nel cuore, continua a fare cose importanti; il primo chef italiano ad insegnare presso l’università I.F.E. di UB cucina e tecnologia italiana, con gli allievi e gli amatori fonda l’Associazione Cuochi di Torino in Mongolia. Uno dei progetti più ambiziosi grazie alla Regione Piemonte, all’A.N.A.B.O.R.A.P.I. “ass. naz. bovini razza piemontese” e l’Accademia delle Scienze di Mongolia, Lamberto fa si che la razza piemontese con carne di elevata qualità, venga impiantata ed allevata in Mongolia. Oggi stanno nascendo i vitelli piemontesi (sperando che non soffrano troppo il freddo visto che nel lungo inverno si toccano i 40° sotto zero). Altro progetto importante grazie a due Consiglieri della Regione Piemonte e su richiesta del Vice Ministro delle Infrastrutture del Governo Mongolo si porta avanti un progetto particolare: portare nella villaggio di Bogd (nel deserto del Gobi a sud della Mongolia) l’energia elettrica che servirà ad alimentare le strutture pubbliche.
Nel 2002 si parla di “Lamberto Console” si inizia un periodo fatto di carte, carte e ancora carte e nel luglio 2003 il Ministro degli Esteri del Governo Mongolo annuncia “ Lamberto Guerrer è il nuovo Console”, ma solo a maggio 2005 apprende dalla voce di Sua Eccellenze Ambasciatore della Repubblica Mongola in Italia che dal mese di aprile finalmente dal Governo Italiano Dipartimento degli Esteri è stato conferito il titolo ufficiale di “Console Onorario della Repubblica di Mongolia”.

 

 

 

 

 

 

Home

Geografia

Cartina

Dati 
Sede
Documenti

Info

Download
News
 
 
 

Consolato di Mongolia in Piemonte, Via Vandalino 56/d, 10142 Torino. Tel. +39-011/19507843. Tutto il materiale di questo sito è coperto da Copyright.